sabato 4 aprile 2015

Semplicità


Alla fine si sa le cose più semplici sono le più belle e le più buone! Ma non bisogna pensare che le cose semplici siano effettivamente facili da realizzare. E' un processo, quello che sta dietro alla semplificazione, che è studio, delle forme, dei colori, delle simmetrie. Io ci sto provando, a semplificare la vita in virtù del mio motto "Hakuna Matata" e sono sicura che prima o poi tutto si risolverà. Ma ci vuole costanza, pazienza, ricerca, studio. Io non mollo, non mollo mai soprattutto adesso che la felicità mi sembra di averla acchiappata e la tengo lì, per un angolino ma stretta stretta perché mi piace troppo essere FELICE! 


"La perfezione si ottiene non quando non c’è più nulla da aggiungere, ma quando non c’è più niente da togliere."

-Antoine de Saint-Exupéry-




Semplicità




Base frolla per crostate riadattata da una ricetta del Maestro Iginio Massari
100 g burro
130 g zucchero
1 uovo piccolo (30-40 g)
estratto di vaniglia
1 pizzico di sale
170 g farina bianca 00
la punta di un cucchiaino di lievito

Nella planetaria con gancio foglia mettere il burro morbido e lo zucchero con gli aromi, mescolare senza montare. Aggiungere l'uovo e il sale e mescolare a bassa velocità fino a quando il composto diventa omogeneo. Inserire la farina con il lievito e lavorare poco. Finire la lavorazione con una spatolina.
Stendere la pasta dello spessore di 8 mm e metter in frigo a riposare un'ora. Coppare la pasta della misura della teglia, 26 cm di diametro. Fare un cordoncino con la pasta avanzata e porlo ai bordi. Decorare il cordoncino con una spatola e cuocere a 170° per circa 30 minuti. Fino a che la pasta non abbia un bel colore nocciola uniforme.




Crema zabaione
2 tuorli
3 cucchiai di zucchero
3 g colla di pesce
200 g panna montata

Mettere a bagnomaria i tuorli con lo zucchero e montare con una frusta fino alla temperatura di 65°. Sciogliere la colla di pesce precedentemente ammollata e strizzata in un pentolino con un cucchiaio di acqua. Aggiungerlo mescolando alle uova montate con lo zucchero.
Far intiepidire e aggiungere la panna montata mescolando dal basso verso l'alto.


Per guarnire
marmellata di albicocca
frutta fresca
pistacchi tritati
zeste di arancia
gelatina trasparente


Montaggio del dolce
Mettere uno strato abbastanza fino di marmellata di albicocche sul fondo del guscio, con la sac a poche fare una spirale di crema zabaione fino a coprire tutto il disco. Aggiungere la frutta a fette e completare con la gelatina da copertura (va bene anche il tortagel). Decorare a piacere, io ho aggiunto pistacchi tritati e zeste di arancia




A presto! E Buona Pasqua!

Silvia


1 commento:

  1. Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.

    RispondiElimina

Grazie per i commenti che vorrete lasciare, li leggo sempre con un pò di commozione!!